A Tommasi il Premio CILD 2017 per le Libertà civili

Nella categoria sportivo

Al presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi, è stato riconosciuto il Premio CILD 2017 per le Libertà civili, nella categoria sportivo.

Questo premio, arrivato alla sua terza edizione, viene assegnato a chi, nel corso dell'anno, si è distinto per la promozione dei diritti umani in Italia relativamente ai temi che affronta la “Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili”. CILD è infatti una Coalizione che si occupa di diversi aspetti, dai migranti alla giustizia, dalla lotta alla discriminazione contro la comunità Lgbt alla difesa della privacy, ed è composta da 35 associazioni, tra quelle più importanti che operano nel nostro paese. Tra queste Antigone, Arcigay, Arci, Associazione Coscioni, Rete Lenford, Cittadinanzattiva, Lunaria, A Buon Diritto.

La giuria quest'anno era composta dal direttivo CILD, a sua volta formato da Patrizio Gonnella (presidente Antigone), Flavio Romani (presidente nazionale Arcigay), Aurora Sordini (segretaria generale Associazione 21 Luglio), Gabriella Guido (portavoce campagna LasciateCIEntrare), Pier Paolo Inserra (presidente Parsec) e da tre membri esterni (Giovanni Carotenuto, avvocato, fondatore di Pro Bono Italia), Marco Ruotolo (ordinario di diritto costituzionale Università Roma Tre) e Daniela De Robert (giornalista Rai e componente del collegio del Garante Nazionale dei detenuti e delle persone private della libertà personale).

Proprio la giuria ha deciso di conferire questo premio al Presidente Tommasi per il suo impegno sul tema dell'integrazione, attraverso l'affermazione del valore che lo sport in generale, e il calcio in particolare, ricopre nel perseguire questo importante obiettivo. Impegno che si è concretizzato anche attraverso la partecipazione diretta ad alcune iniziative, come le partite e i tornei organizzati da due squadre romane che, fin dal principio, si occupano di questi temi: Atletico Diritti e Liberti Nantes.