Nasce la nuova convenzione Ics-Aic

Al termine del primo corso sulla gestione di impianti sportivi

Una  partnership consolidata quella tra l’Istituto per il Credito Sportivo e l’Associazione Italiana Calciatori che si rafforza maggiormente grazie a due importanti iniziative.

Siglata infatti oggi da Damiano Tommasi, Presidente di AIC e Paolo D’Alessio, Commissario Straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo, la nuova convenzione triennale che consentirà ai calciatori che vogliono investire nell’impiantistica sportiva di usufruire di vantaggi e agevolazioni grazie ai Fondi Speciali gestiti dall’ICS.

5 mln a tasso ZERO per mutui fino a € 200.000,00 in 10 anni, su un plafond complessivo di 25 mln di euro stanziato dal Credito Sportivo per dare un impulso importante all’imprenditorialità di settore. L’agevolazione è volta a favorire soprattutto gli ex atleti o atleti a fine carriera con massimo 45 anni di età, che abbiano disputato le principali competizioni internazionali o giocato nei maggiori campionati nazionali organizzati dalle rispettive Leghe (A, B Lega Pro, Dilettanti Serie D per gli uomini, Serie A LND per le donne e calcio a 5). I restanti 20 mln di euro, saranno finanziamenti agevolati con contributo negli interessi per società ed associazioni nelle quali i calciatori, anche in attività, svolgano in qualità di titolari, azionisti, amministratori, dirigenti o presidenti, attività di gestione, o attraverso le quali abbiano la proprietà di impianti sportivi.

Gli interventi previsti riguarderanno costruzione, ristrutturazione, completamento, attrezzatura, messa a norma, efficientamento energetico e acquisto, di impianti sportivi, delle relative aree e di strutture a servizio o complementari agli impianti stessi.

La firma di questo accordo avviene volutamente in concomitanza del primo corso di formazione “Da calciatore a imprenditore”, svoltosi dal 19 al 21 giugno presso la sede del Credito Sportivo. L’iniziativa formativa ha visto una straordinaria partecipazione di circa 50 calciatori giunti per approfondire, insieme ai 17 coach e formatori, possibilità e prospettive per il proprio futuro. Tre giornate caratterizzate dall’analisi del settore sportivo in ottica imprenditoriale, con particolare riferimento a come e cosa fare per realizzare e gestire un impianto o una scuola calcio.

Il corso e la convenzione sono stati pensati proprio per accompagnare ex professionisti e calciatori in attività, in un percorso di sviluppo professionale e imprenditoriale atto a favorire l’inserimento lavorativo degli atleti.

Si ringrazia per la fattiva partecipazione: Giuliano Caggiano di Contatto Formazione, Cristiano Verzaro e Cristiano Panfili della Looking for Value, Carlo Califano e Antonio D’Ambrosio della CaliGò Sport, l’Architetto Mauro Schiavone, Alberto Fraticelli della Trecuori e Alessandro Catapano di Gazzetta dello Sport.