Fondo maternità

Presentato alla Camera dei Deputati

Si è svolta oggi alla Camera dei Deputati la presentazione alla stampa del Fondo maternità, creato in seguito al confronto delle scorse settimane tra i sindacati delle atlete, il Ministro dello Sport Lotti e la Sottosegretaria al Consiglio con delega alle pari opportunità Boschi.

Inserito nella legge di bilancio, con una previsione di budget di 2 milioni, il Fondo a partire dal 2018 elargirà alle atlete in attività che si fermeranno per la gravidanza un sussidio economico. Una conquista epocale che non pone  più l’atleta davanti al bivio carriera o mamma, ma diventa una scelta libera e possibile anche durante l’attività agonistica.

Si spera sia solo l’inizio di un percorso virtuoso che dovrebbe concretizzarsi con la rivisitazione della Legge n.91 del 1981 che disciplina il professionismo sportivo, necessità sempre più avvertita dal sistema sportivo femminile.

"Oltre alla portata storica della conquista" - ha dichiarato Katia Serra, Responsabile del settore Calcio Femminile Aic - "il Fondo ha anche un forte valore simbolico per sdoganare il pregiudizio che l’identità di genere sia legata alla scelta sportiva, e per trasmettere la consapevolezza che diventare mamma in attività non ridimensiona la prestazione anzi, molto spesso la migliora”.