" A tu per tu con..."

Chiara Marchitelli

Comincia bene la stagione con la vittoria della Super Coppa contro la Fiorentina. Quali sono gli obiettivi della stagione 2017/2018?

"Sicuramente con la Fiorentina è stato un ottimo avvio di stagione. Tuttavia preferisco pensare agli obiettivi a breve termine. Ora abbiamo l'inizio di campionato a Bari e la UEFA Women's Champions League ad Amsterdam. Vogliamo essere competitive in tutti gli impegni, ma pensiamo a un ostacolo per volta".

L’anno scorso la Fiorentina Women's FC ha dimostrato che avere alle spalle un grande club di calcio maschile è molto importante. Quest’anno l’ingresso della Juventus. Cosa cambia secondo te ora? Il livello del campionato si alza?

"È indubbio che il tasso tecnico sia aumentato, così come il riscontro mediatico. Ci sarà molta più attenzione e il tutto diverrà ancora più stimolante. L'ingresso della Juventus alza l'asticella ma avrà anche delle ricadute importanti sul movimento".

Sei nel Consiglio Direttivo di AIC. Cosa ti ha spinto ad entrare a farne parte? E come vedi il tuo impegno verso l’Associazione?

"Avrò un ruolo attivo, perché il mio desiderio era contribuire allo sviluppo del movimento e solo mettendoci la faccia ho pensato che avrei potuto dare un apporto concreto".

Come ti vedi tra 10 anni? Quali sono le tue ambizioni e le aspettative per il dopo carriera?

"Ho già preso il patentino da allenatore dei portieri, e un domani è quella la strada che vorrei percorrere. Vorrei trasmettere alle nuove leve tutto ciò che di positivo ho appreso in questi anni. In ogni caso, ci ripenserò fra dieci anni, ho ancora tante sfide da affrontare e traguardi da raggiungere nei panni di estremo difensore".