"A tu per tu con..."

Valeria Pirone

⚽️ Come vive l'ambientamento a Mozzanica una calciatrice nata e cresciuta a Napoli? E cosa ti manca della tua città?

"All’inizio non è stato facile, è una realtà completamente diversa rispetto a dove abitavo, diciamo fin troppo tranquilla. Per fortuna grazie alle ragazze con le quali convivo e grazie alla squadra mi sono abituata presto. Una persona che mi ha aiutato molto è Diego Rossi, un amico che da subito si è messo a completa disposizione per aiutarmi ad ambientarmi. Io abitavo ad Ercolano, la cosa che mi manca di più è il Vesuvio".

 

⚽️ La tripletta di sabato ti riporta nei primi posti della classifica marcatrici. C'è/ci sono gol in carriera a cui sei particolarmente affezionata? Se si, perché? 

"Io sono affezionata a tutti i gol che ho fatto con la mia maglia, quella del Napoli. Non ce n'è uno che ricordo in particolar modo, perché ogni gol è unico,  ma penso che giocare per la squadra della propria città sia una delle cose più belle che ti possano capitare nella vita".

 

⚽️ Da tempo non sei più convocata in nazionale. Tu che ai tempi di Napoli addirittura hai fatto il tuo esordio nelle qualificazioni ad Euro 2013, unica giocatrice di Serie A2 nella Selezione Azzurra. In cosa pensi di dover migliorare per riconquistarti questa maglia?

"Il mio motto nella vita è quello che c’è sempre da migliorare e da imparare da tutti.  Non sono una ragazza che si arrende, ma cerco sempre di crescere professionalmente allenandomi. Cabrini farà le sue scelte, perché di attaccanti brave ad oggi ce ne sono molte. 

Se mi vorrà chiamare, io sarò pronta".

 

⚽️ Come trascorri il tempo libero? Quali sono le tue passioni?

"Ascolto molta musica e mi piace molto uscire. È difficile restare per me chiusa in casa, mi piace molto vivere e trascorrere il mio tempo libero all’aperto".