Tommasi all'Antimafia

Nella mattinata di oggi il Presidente Tommasi, accompagnato dal Direttore Generale AIC Gianni Grazioli, ha partecipato ad una audizione presso la Commissione parlamentare Antimafia portando la testimonianza dell'Associazione Italiana Calciatori da anni impegnata nel campo della prevenzione e consapevolezza dei temi di competenza della Commissione.

Presenti all'incontro la Presidente della Commissione Bindi assieme ai Senatori Lumia, Vaccari, Di Lello, D'Uva e Pagani che hanno rivolto a Tommasi numerose domande riguardanti match fixing, minacce e aggressioni subite dai calciatori e rapporti con le tifoserie.

 "Il calciatore - spiega Tommasi - si è abituato al fatto che se gioca male è normale poi ricevere minacce e pressioni. Più della metà degli episodi di violenze e minacce è opera dei tifosi della propria squadra, che pensano che pagando il biglietto si possa fare quel che si vuole e che il calciatore debba sottostare a determinate regole". L'Associazione Italiana Calciatori, da oltre quattro anni, monitora con attenzione gli atti di intimidazione e violenza ai danni dei calciatori, tutto raccolto in un report: "Calciatori sotto tiro".

 "Un altro dato - continua Tommasi - è che quasi la metà dei casi avviene nel mondo dilettantistico. Chi ha avuto la fortuna di giocare in altri campionati vede che tutto questo non è normale".

Ascolta l'audizione qui