Situazione calciatori Grosseto

Oggi si sono allenati presso un parco cittadino con proprio materiale e senza staff tecnico e sanitario

L’Associazione Italiana Calciatori denuncia la gravissima situazione nella quale versano i calciatori della S.S.D. Football Club Grosseto che, nelle ultime settimane, non potendo disporre di un impianto sportivo, non hanno potuto effettuare alcun allenamento allo stadio ed oggi, si sono allenati presso un parco cittadino con proprio materiale e senza staff tecnico e sanitario. Come noto, infatti, l’amministrazione comunale di Grosseto ha chiesto ed ottenuto nei confronti della Società un’intimazione di sfratto per morosità dall’impianto sportivo “Carlo Zecchini” a seguito della quale non è stato possibile disputare la partita del 26 febbraio Grosseto e Gavorrano.
Allo stato attuale è in forte dubbio anche il regolare svolgimento della gara di campionato prevista per domenica 19 marzo prossimo tra Grosseto e Lavagnese e, peraltro, nell’ipotesi in cui l’incontro venisse disputato, sarebbe a grave rischio l’incolumità fisica dei calciatori che, come detto, non sono in condizioni né fisiche né morali adeguate all’impegno.
La dirigenza della Società è completamente assente e non sono più presenti in organico né lo staff sanitario, né lo staff tecnico (ad eccezione dell’allenatore Sig. Bruno Federici) né, infine, il personale di supporto alla squadra e i calciatori non possono disporre di alcun materiale da gioco e/o per la cura e prevenzione degli infortuni.
Persiste, ovviamente, anche la situazione debitoria derivante dal mancato rispetto degli accordi economici stipulati già accertata dai competenti organi federali.
L’AIC ha già informato gli organi competenti sollecitandone un immediato intervento al fine di ripristinare le condizioni minime necessarie allo svolgimento dell’attività sportiva.