Grazie Morgan

De Sanctis lascia l’AIC dopo 13 anni

Dopo 13 anni di “militanza” da consigliere e, negli ultimi due anni anche come Vicepresidente AIC, nonché da Vicepresidente di AIC Onlus, Morgan De Sanctis lascia l’Associazione Italiana Calciatori: una decisione dettata dall’incompatibilità venutasi a creare dopo gli impegni assunti con la Roma dall’ex portiere, che ricopre la carica di “club manager” della società giallorossa.
“Sono ovviamente molto dispiaciuto” – ha detto De Sanctis – “ma mi vedo costretto a presentare le dimissioni da una carica che ho ricoperto con onore ed impegno. Spero di essere riuscito in tutti questi anni a dare il mio contributo a favore dei miei colleghi e mi preme sottolineare che all’interno dell’AIC ho trovato passione, spirito di abnegazione e grande professionalità. Il Presidente Onorario Campana ha avuto parole che non dimenticherò, ribadendo che per me le porte dell’AIC saranno sempre aperte. Ringrazio e faccio un grosso in bocca al lupo a tutti per le battaglie che AIC sta affrontando e affronterà in futuro”.
Entrato a far parte del Direttivo nel 2004, De Sanctis con il suo impegno e la sua dedizione ha aiutato l’AIC a crescere stagione dopo stagione.
“È stato un grande calciatore ma è soprattutto un grande uomo” – ha sottolineato il Direttore Generale Gianni Grazioli – “perché si è sempre messo a servizio dei suoi colleghi. Sono sicuro che si farà valere anche nella sua nuova veste da dirigente, così come, ne sono certo, avrebbe fatto altrettanto anche con noi”.