AIC Camp, si parte da San Luca

Visita "a sorpresa" di Don Ciotti ai ragazzi

E' iniziato ieri l'AIC Camp di San Luca, il primo dell’estate 2017, organizzato  insieme all'Auser (ente di volontariato e promozione sociale) e promosso da Ebitemp, l'ente bilaterale dei lavoratori atipici, che con le "Olimpiadi della Legalità" ha voluto realizzare un intervento misto di attività sportive e ricreative nel piccolo paesino della Locride. E proprio sul campo di calcio inaugurato  un mese fa dal  presidente Damiano Tommasi e dal consigliere federale e coordinatore del Dipartimento Junior AIC Simone Perrotta, ieri 200 bambini e bambine si sono ritrovati per un camp di 5 giorni di calcio e di sport che terminerà venerdì 2 giugno.

La mattinata di oggi è stata impreziosita dalla significativa visita di Don Ciotti ai ragazzi del camp. Un simbolo della lotta alle mafie, «felice di dedicare la sua vita a saldare la terra con il cielo».

Oltre al doppio allenamento giornaliero, sono numerose le iniziative e le attività proposte nell’arco della settimana tra le quali una visita al carcere di Locri e una partita che sarà svolta tra lo staff tecnico di AIC, le forze dell'ordine e il corpo docente della scuole di San Luca. 

Sotto la guida del responsabile tecnico Stefano Ghisleni, lo staff AIC composto dagli ex calciatori Ciccio Mortelliti, Gianni Migliorini e Oscar Muratori e dalla calciatrice Veronica Brutti.

Ad accompagnare la delegazione il responsabile delle relazioni istituzionali AIC Fabio Appetiti. La sorpresa aspettata da tutti sarà l’arrivo di Simone Perrotta ormai assunto ad idolo e beniamino dei ragazzi del posto. 

Anche questa volta il calcio e lo sport a San Luca hanno fatto gol.